Perché scegliere con attenzione gli antizanzare

Difenditi dalle punture indesiderate!

Zika, febbre gialla, malattia di Lyme, morbo di Powassan, dengue, febbre West Nile, chikungunya, malaria… Basterebbe solo questo elenco di alcune delle malattie trasmesse dalle zanzare per spaventare anche il viaggiatore più incallito, tuttavia non bisogna farsi prendere dal panico ma capire il problema e soprattutto come fare per poter viaggiare in sicurezza e in, quasi, totale tranquillità. La salute in viaggio è un tema troppo spesso trascurato, molte persone si concentrano su cosa vedere e dove dormire dimenticandosi che un problema di salute potrebbe velocemente compromettere la vacanza dei sogni tanto a lungo attesa.

Un classico esempio di trascuratezza è partire senza aver sottoscritto una polizza assicurativa per la salute in viaggio, pensando che non serva o che sia una spesa inutile. Nel momento in cui, malauguratamente, capita di averne bisogno si scopre tutto il valore di quel piccolo investimento non fatto. Con le zanzare è di fatto la stessa cosa, partire senza informarsi sulla loro presenza nei paesi verso cui ci stiamo dirigendo e di problematiche legate a questo insetto può riservare conseguenze spiacevoli. É quindi bene sapere di cosa si tratta, a quali pericoli si va incontro e, soprattutto, come fare per ridurre al minimo i rischi collegati.

Sai quali sono le zone del mondo più a rischio per le malattie trasmesse dalle zanzare? 

Il livello di pericolosità legato alle zanzare varia a seconda del periodo del vostro viaggio e dalla meta scelta. Esistono infatti varie tipologie di zanzare, con proprie caratteristiche sia per area di diffusione, per patologia trasmessa ed anche per orario del giorno in cui preferiscono pungere. La zanzara causa della malaria, ad esempio, viene provocata da cinque diversi ceppi di parassiti tra cui il più pericoloso è il Plasmodium falciparum, punge dal tramonto all’alba, la zanzara responsabile della dengue preferisce le grandi aree urbane, e via dicendo. Di seguito troverai degli utili consigli validi sempre ed ovunque andrai.

Per quanto appena visto, è fondamentale informarsi bene presso le autorità competenti, come il Ministero della Salute, a seconda del luogo in cui ci si dirige. Resta il fatto che nei paesi a clima temperato o caldo molto probabilmente troverete delle zanzare e, nella migliore delle ipotesi, le punture saranno una seccatura. Per tenere lontane le zanzare l’essere umano prova letteralmente di tutto: bruciare sterco, caffè o noci di cocco, mangiare banane oppure cibi piccanti, spalmarsi soluzioni a base di chiodi di garofano e bere gin tonic (sì, si fa anche questo). Meglio, tuttavia, affidarsi a metodi testati dall’effettiva efficacia.

Scopri quali sono le principali malattie trasmesse dalle zanzare

Clima Koh Tao quando andare

Perché le zanzare pungono

Se qualcuno ha fatto la, spiacevole, esperienza di essere tormentato dalle zanzare mentre le persone vicine a lui non sembrano esserlo particolarmente si sarà chiesto “perché proprio a me?”. Studi e ricerche hanno stabilito che una persona ogni dieci è particolarmente attraente per le zanzare femmina, i maschi non pungono, alla ricerca di sangue per rendere fertili le proprie uova.

Scopri i diversi tipi di zanzare e come riconoscerli.

Il fattore genetico nell’attrarre le zanzare conta per l’85%, sono poi influenti le alte concentrazioni di steroidi e colesterolo a livello epidermico. Le zanzare sono poi attratte da un’elevata produzione di anidride carbonica e di certi acidi come l’acido urico.

Cosa funziona contro le zanzare

I repellenti attualmente in commerciano presentano le forme più svariate: creme, lozioni, spray, braccialetti ed anche aerosol. Ci sono poi repellenti in forma di cerotti adesivi che possono essere attaccati alla pelle oppure ai vestiti, alcuni invece si basano sulla tecnologia ad ultrasuoni. Considerando che alcuni repellenti non sono molto economici e che altri possono provocare irritazioni, scegliere il giusto spray antizanzare potrebbe non essere una scelta facile, per questo è importante conoscere i principi la cui efficacia è stata testata in laboratorio, in questo modo si potrà fare il miglior acquisto con grande beneficio per la vacanza.

Il DEET

Tra le sostanze attive più efficaci contro le zanzare c’è sicuramente il DEET, sigla che indica la dietiltoluamide. Nel mondo dei repellenti antizanzare le opinioni sono concordi: se vuoi tenere lontane le zanzare usa prodotti che contengano DEET. In commercio ci sono spray antizanzare che presentano una percentuale variabile di DEET, il che offre una diversa durata di protezione (20% da 1 a 3 ore, 30% fino a 6 ore, 50% fino a 12 ore, in caso di percentuali superiori al 50% la durata di protezione resta 12 ore). Ricerche scientifiche hanno tuttavia indicato che una percentuale inferiore al 30% potrebbe rivelarsi poco efficace.

Creato negli anni ’40 per l’esercito statunitense, il DEET è stato reso disponibile al grande pubblico nel 1957. In merito a possibili rischi dovuti all’uso del DEET, riviste scientifiche come Parasites and Vectors hanno tolto ogni dubbio, ovviamente resta valida l’indicazione di non abusarne e di non utilizzarlo su bambini di età inferiore ai due mesi. Non ci sono invece problemi sull’uso da parte di donne incinta, a meno che non sia presente un’allergia pregressa. Purtroppo, l’avversione per l’uso di prodotti chimici ha contribuito alla diffusione di voci non supportate da prove scientifiche anche tra i repellenti antizanzare.

  • Il DEET dovrebbe essere applicato su tutta la parte del corpo esposta, evitando l’ingestione o l’inalazione
  • Il DEET è idrosolubile, va quindi riapplicato dopo essersi lavati, avere fatto un bagno oppure avere sudato. Se utilizzate una protezione solare questa va applicata prima dell’uso del DEET
  • Il DEET in percentuali superiori al 50%, come detto, non aumenta la durata della protezione e questa tipologia di prodotti dovrebbe essere usata sui vestiti e non a diretto contatto con la pelle
  • Il DEET potrebbe danneggiare materiali sintetici, orologi oppure occhiali di plastica
Clima Koh Tao quando andare

La picaridina

Un altro ingrediente da tenere presente quando si sceglie uno spray antizanzare è la picardina detta anche icaridina e tecnicamente chiamata KBR 3023. Creata imitando un composto naturale presente nel pepe nero, secondo alcune ricerche la picaridina è anche più efficace del DEET in quanto quest’ultimo dissuade le zanzare dal pungere, mentre con la picaridina le zanzare non si appoggerebbero nemmeno sulla pelle.

Tuttavia una concentrazione minore del 20% non sembra avere effetti sulle zanzare, così come formati diversi dallo spray. La picaridina è ritenuta adatta anche ai bambini ma usatela con cautela e attenzione.

L’olio di limone eucalipto

Per chi non ama molto la chimica e preferisce prodotti più naturali, può prendere in considerazione i repellenti basati sull’olio di limone eucalipto, indicato come PDM oppure OLE. Si tratta della versione raffinata di un estratto dalle foglie e dai rami di una specie di eucalipto, la cui resina ha un profumo che ricorda il limone. I test mostrano che prodotti al cui interno si trova il 30% di questo particolare olio, hanno le stesse proprietà di prodotti contenenti l’equivalente percentuale di DEET, tuttavia la sua copertura ha solitamente una durata minore. Viene sconsigliato l’uso nel caso di bambini di età inferiore ai tre anni.

L’IR3535 e il 2-Undecanone

Leggermente meno efficace dei precedenti l’etil butilacetilaminopropionato, questo il nome completo, una sostanza dall’odore odore meno intenso, che risulta quindi più gradevole. Si tratta di un prodotto artificiale che richiama le caratteristiche di un amminoacido naturale, il cui utilizzo è però sconsigliato nelle zone più a rischio per esempio di malaria. La quantità minima di IR3535 deve essere del 20%. Lo stesso discorso vale per il 2-Undecanone, noto anche come metil nonil chetone o IBI-246, un composto che può essere sia artificiale che ricavato da fonti vegetali come l’olio di rue, i pomodori selvatici o altre piante ancora.

Un prodotto che, durante una ricerca in laboratorio, si è sorprendentemente scoperto essere efficace contro le zanzare è il profumo Bombshell di Victoria Secret, al cui interno sono presenti essenze floreali che tengono alla larga le zanzare. Altra sorpresa è un prodotto chiamato Off Clip-On contenente metoflutrin, un piretroide dall’altro potere repellente. Il prodotto prevede una sorta di cartuccia da applicare ai vestiti, quindi una batteria che una volta accesa che avvia il rilascia di una sorta di nebbia profumata che avvolge la persona tenendo lontane le zanzare, ideale in occasioni in cui si resta seduti, come lo stadio.

Rimedi la cui efficacia non è scientificamente provata

Non tutti i prodotti mantengono le promesse che fanno. Oltre alle pratiche folkloristiche viste in precedenza, sono numerosi i rimedi sicuri contro le zanzare che poi sicuri non sono. Tra questi, purtroppo, anche la maggior parte dei rimedi cosiddetti naturali la cui efficacia non è scientificamente provata. Almeno per quanto riguarda gli spray antizanzare la chimica sembra essere ancora un fattore imprescindibile. Tra i rimedi non molto efficaci, almeno secondo i test medico-scientifici, contro le zanzare possiamo trovare:

  • Vitamine B1 e B12
  • Rimedi a base di erbe
  • Omeopatia
  • Olio dell’albero del tè
  • Aglio ed estratti di lievito
  • Ultrasuoni
  • Braccialetti antizanzare
  • Oli essenziali tra cui la citronella

Scopri i migliori rimedi naturali contro le zanzare

Clima Koh Tao quando andare

Come utilizzare lo spray antizanzare

Per poter utilizzare al meglio uno spray antizanzare è necessario utilizzare il giusto spray antizanzare, questo significa la necessità di valutare la tipologia di prodotto in base alle proprie esigenze. Certamente chi ha in programma di recarsi tra paludi ed acque stagnanti non utilizzerà un prodotto con il 10% di DEET, così come chi ha in programma una tranquilla vacanza in riva al mare non è necessario faccia il bagno anche nello spray antizanzare.

Un buon consiglio è quello di rispettare sempre le indicazioni sulla quantità, la frequenza e la metodologia d’uso fornite dal produttore. Di seguito alcuni consigli che sono sempre validi:

  • Applica il repellente sulla pelle esposta o sui vestiti, mai sulla pelle che resta sotto i vestiti
  • Usa la quantità necessaria per il tempo previsto, dosi massicce non fanno che aumentare i rischi di effetti indesiderati senza prolungare l’efficacia del prodotto
  • Non applicare lo spray su ferite, tagli o pelle irritata. Per metterlo in faccia spruzzalo sulle mani, poi passalo sul visto evitando occhi e bocca
  • In caso di bambini non lasciare che facciano da soli, potrebbero mettere le mani sporche di spray antizanzare in bocca o passarla sugli occhi
  • Non usare lo spray vicino al cibo e, dopo l’uso dello spray, lavati le mani prima di mangiare o di bere
  • A fine giornata lava con acqua e sapone la pelle dove hai utilizzato il prodotto, se devi riutilizzare i vestiti dove hai passato lo spray lavali a parte prima di rindossarli
  • Se pensi di usare lo spray antizanzare sui vestiti, ricorda che potrebbe rovinare cuoi e tessuti in vinile, lasciando inoltre macchie su quelli sintetici
  • Attenzione alla lozione solare. Questa va applicata dopo lo spray antizanzare, generalmente viene riapplicata ogni due ore il che significa che potrebbe portare ad un dosaggio eccessivo di spray
  • Non usare lo spray in luoghi chiusi
Clima Koh Tao quando andare

Che vestiti utilizzare contro le zanzare

Per evitare di essere punti dalle zanzare è utile anche avere un abbigliamento adeguato, ossia vestiti con maniche lunghe, pantaloni lunghi e dal tessuto spesso (non adatti quindi lo spandex). Importante è anche proteggere i piedi con calze e scarpe, in cui infilare i pantaloni per dare meno possibilità di riuscita alle zanzare.

Per quanto riguarda i colori degli abiti si consigliano tinte chiare, essendo le zanzare attirate da colori vivaci o scuri come il rosso, il blu ed il nero. Tra le principali caratteristiche di questi insetti così fastidiosi c’è infatti quella di essere attirata da stimoli visivi, come nel caso dei colori, oppure olfattivi.

Scopri anche come proteggere i bambini dalle zanzare.

 

Come proteggere gli ambienti dalle zanzare

Le varie tipologie di zanzare hanno la loro parte della giornata preferita per pungere, ad esempio la zanzara responsabile della zika predilige la metà mattina e la prima serata. In tali orari è quindi consigliabile stare in casa in tale orari con porte e finestre dotate di zanzariere integre ed aria condizionata o almeno un ventilatore. Particolare attenzione va riservata ai punti della casa e del giardino dove è presente acqua, elemento in cui le zanzare depongono le loro uova.

Bisogna quindi tenere puliti tali ambienti riducendo le pozze d’acqua e le zone d’ombra in cui le zanzare amano stare, tagliando l’erba e spazzando le foglie. Vedi subito come proteggere gli ambienti dalle zanzare.

E in caso di puntura?

Nonostante tutte le precauzioni che si puoi adottare può succedere comunque di essere punti. Se pensi che a questo punto la soluzione sia solo grattarsi la parte interessata allora ti sbagli. Esistono una serie di prodotti, alcuni specifici per le pelli delicati o per i bambini, che possono lenire, rinfrescare e alleviare il fastidio delle punture di zanzare. Alcune soluzioni sono pratiche anche da avere con sè in viaggio o in casa sempre pronte all’uso! Scopri subito come alleviare il prurito di una puntura di zanzara.

Arrivati a questo punto puoi decidere con una certa sicurezza quale sia lo spray antizanzare più adatto alle tue esigenze ma, come detto in precedenza, ricorda che qualunque spray tu scelga di grande importanza è partire protetti da una buona copertura assicurativa, in modo da non avere davvero nulla da temere.

Pacchetto Koh Tao Thailandia Cod.KT01

Pyramid Trek 50

  • 50% DEET repellente per zanzare e insetti
  • Dura fino a 6 ore con una sola applicazione
  • Perfetto per vacanze in paesi tropicali
  • Adatto a bambini sopra i 12 anni di età
  • Da soli 19,93 euro
Pacchetto Koh Tao Thailandia Cod.KT01

Jungle Formula Molto Forte

  • Contiene DEET al 50% ed estratti vegetali per una protezione duratura
  • Perfetto in aree ad alto rischio di malaria
  • Dura fino a 9 ore con una sola applicazione
  • Da soli 8,34 euro
Pacchetto Koh Tao Thailandia Cod.KT01

Repel 100

  • Contiene DEET al 100% 
  • Ottimo per utilizzo in condizioni estreme
  • Dura fino a 10 ore con una sola applicazione
  • Da soli 23,84 euro
Le informazioni riportate su sprayantizanzare.com hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono da prescrizione né da consiglio medico.

Sprayantizanzare.com non dà consigli medici. Le informazioni raccolte su questo sito sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione), o, nei casi specifici, di altri operatori sanitari (infermieri, farmacisti, veterinari etc.).

In caso di contagio, o sospetto tale, proveniente dalla puntura di zanzare si consiglia di rivolgersi al presidio medico disponibile più vicino.

SprayAntizanzare.com partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito "Amazon.it". 

Se si fa clic sui link che portano ai collegamenti Amazon.it e si compra qualsiasi cosa, anche qualcosa di diverso dal prodotto pubblicizzato, il sito guadagnerà una piccola commissione, ma tu non pagherai alcun extra.

Amazon e il logo Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., Amazon.it o dei suoi affiliati.